Donatella Discepoli 2009

carta Dona da Human R-Evolution 2009

Donatella Discepoli

Protendere il cuore
A destra a sinistra al centro
fai otto ripetizioni per otto volte
esegui l’esercizio per un mese otto volte al giorno
benefici allargamento della cassa toracica, miglioramento della respirazione e
del sonno
passato un mese ripeti l’esercizio portando il cuore alle mani
comprimi, allarga, allunga e spingi; potresti sentire dei fastidi che possono
divenire intensi
a volte sopraggiunge Paura
in alcuni casi senso di soffocamento
possono insorgere lacrime improvvise
allora respira
protendere mani verso l’Inesprimibile
protendere le mani anche quando credi di non poter fare altro
alla ricerca della pandemia
immersi in fascismi mediatici
fare esercizio
ripetere l’esercizio ogni giorno. la ripetizione crea
resisti al fascismo mediatico al pressappochismo virulento. una paralisi
indotta, un’infiltrazione lenta ed efficace
una rassegnazione sottile
ripristinare il legame tra coscienza ed azione

ripetere l’esercizio
entrare nei recessi dell’intimità
spingere, abbassare,comprimere, alzare, nascondere,innalzare,aprire,aprire, far
esplodere curare, a volte curare e mettere a dimora
aspettare, ascoltare, aspettare
sanguinare,saturare,aspettare
usare colori per creare magie, edificando
un’immagine crea mondi

non mi trovo qui per caso. anche se a volte me lo dimentico
ne a caso non ho voglia o intenzione di analizzare il lavoro di William
Vecchietti
l’innegabile vicinanza affettiva non è il deterrente
ho visto quasi tutti i suoi lavori, a volte ci hanno separato pause temporali,
altre pause di noia emotiva
ma riconosco le mani e il modo che hanno di muoversi. dapprima con pennelli, in
una concentrazione che ha dato sempre spazio a chiacchiere e distrazioni
in una concentrazione nella quale, la mano si muoveva comunque
e le immagini hanno sempre creato mondi
più o meno privati
più o meno decifrabili
le immagini, quelle immagini hanno sempre creato mondi molto colorati
da qualche tempo è arrivata la presenza umana che entra in modo prepotente
dapprima lavori su foto che potevamo definire anonime, semplici foto tessere più
o meno impersonali; terreno neutro su cui si estrapolavano possibilità infinite
volti deformati inseriti in sfondi
volti che perdono le fattezze che gli sono proprie per assumerne altre
le fisionomie si trasformano, si traslano in forme “altre” che arrivano da
dentro
o non saprei da dove
le fisionomie si trasformano arrivando da fuori forme di universi multiformi.
Multicolori invadenti. Materie che fluttuano in spazi di cui si perdono i
confini.
E la creazione di mondi nuovi
li qualcuno donava la sua immagine quasi per gioco, il resto era in mano sua
ora, la Partecipazione
interazioni tra lui e noi
interazioni guidate, interazioni spontanee
alcune cose ci portano davanti alla nostra esistenza
si cade in ginocchio
caduti al cospetto della vita
ed occorre allenare il cuore verso direzioni che non avresti mai pensato
rimetterlo in una nuova posizione

Apocatastasi,ritorno allo stato originario. Reintegrarsi a se stessi.
Reintegrarsi con quello che c’è attorno a Te
le immagini creano mondi
le immagini danno l’ossigeno necessario
per far protendere il cuore.
Donatella Discepoli,maggio duemilanove.